drucken

Storia

Nel 2005 la Fondazione Barry ha rilevato dai canonici del colle del Gran San Bernardo il canile dei celebri San Bernardo. Da allora la Fondazione è proprietaria del più antico allevamento al mondo del cane nazionale svizzero.

Il nome della Fondazione Barry è stato scelto in onore del leggendario cane da valanga Barry. La Fondazione ha il compito di perpetuare l’allevamento più che trecentenario nel luogo d’origine dei San Bernardo e di preservare la particolare varietà dei cani dell’Ospizio.

In linea con la tradizione del Gran San Bernardo, la Fondazione alleva soprattutto cani a pelo corto. Ogni anno, una ventina di nuovi cuccioli arricchisce l’albero genealogico dei Barry del canile. Un team formato da guardiani professionali di animali, da un veterinario e da uno specialista della razza veglia al benessere dei cani e al loro sviluppo ottimale.

La Fondazione Barry è membro del Club svizzero dei San Bernardo ed è riconosciuta come fondazione di pubblica utilità. In quanto istituzione che alleva i cani in modo esemplare, la Fondazione ha ricevuto il marchio di qualità Certodog.

 

I fondatori dell’istituzione

  • Maison Hospitalière du Grand-St-Bernard, Bourg-St-Pierre
  • Christine Cerletti-Sarasin, mecenate, Bottmingen
  • Rudolf Thomann, ex presidente del Club svizzero dei San Bernardo
  • Comunità montana del Grand-Combin, Gignod (Valle d’Aosta)
  • Association Pro Grand-Saint-Bernard, Gran San Bernardo
  • Musée et Chiens du Saint-Bernard, Fondation Bernard et Caroline de Watteville, Martigny
  • Comune di Martigny